Progetto Iside – fecondazione assistita

L’abbiamo già detto in un’altra occasione. Rimanere a letto in attesa della visita di controllo che si farà 2 settimane dopo l’impianto dell’embrione, non ha alcun senso. Aumenta lo stress, il senso d’isolamento, i sensi di colpa e la paura che anche il minimo movimento possa risultare infelice perché in grado di interrompere la gravidanza.

chiara_img_9

Se succede è perché la natura così ha voluto. E dobbiamo pensare che quanto prima dovremo ritentare con maggiore grinta e gioia nel cuore. In tutti i casi, il movimento è salutare; il camminare è semplice ed efficace; si parla mentre si cammina a passo veloce o medio o basso, dipende dalla patologia sottostante (cardiopatia o pneumopatia). L’importante è muoversi, tenersi toniche. Altresì è importante evitare sforzi eccessivi e prolungati o sport di contatto. Non si deve fumare, non si deve fare uso di sostanze stupefacenti, non si devono bere alcolici in eccesso e l’intestino deve essere regolare e derivare da un’alimentazione sana e bilanciata. In questo senso, la profilassi con i complessi di vitamina B e acido folico risulta essere fortemente raccomandata nella prevenzione della spina bifida.

Articolo realizzato con il contributo scientifico della Dott.ssa Paola Persico – Medico chirurgo specialista in Ostetricia e Ginecologia.