Progetto Iside – fecondazione assistita
News

Fecondazione eterologa Lazio: approvate le linee guida

18 settembre 2014

Da 8 anni la sanità nella regione Lazio è stata commissariata. Nonostante queste gravi difficoltà, la giunta Zingaretti ha approvato il 17 settembre le linee guida per la fecondazione eterologa che saranno operative sia nel settore pubblico che in quello privato. Le coppie desiderose di compiere la fecondazione eterologa potranno recarsi presso le strutture accreditate, circa 21 (per ora sono il Sant’Anna e a breve lo saranno anche il Pertini e il San Filippo Neri, il San Camillo, Santa Maria Goretti di Latina e Policlinico Umberto I).

Il Policlinico Gemelli, legato all’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha dichiarato di voler praticare solo la fecondazione omologa intrauterina. Le motivazioni si possono individuare nella dichiarazione del direttore dell’Istituto di Bioetica dell’Università Cattolica, Antonio Spagnolo “La fecondazione eterologa a causa dell’anonimato va contro il diritto del nascituro a conoscere i propri genitori biologici. E dalla prospettiva della coppia la genitorialità risulta frammentata perché il bambino non nasce come frutto dell’amore tra due persone ma perché un gruppo di medici riceve dei gameti e li mette insieme”.

Il commissario per i centri PMA, Corrado Melega, nominato dopo lo scandalo dello scambio di embrioni all’ospedale Sandro Pertini di Roma, ha dichiarato che entro la fine del 2014 le strutture autorizzate a procedere con la fecondazione eterologa saranno 21.

Il costo del servizio si aggirerà intorno ai 1800 euro per la fecondazione omologa mentre probabilmente questo sarà solo il prezzo di partenza per compiere la fecondazione eterologa.

Sorprende la differenza di usufruibilità nelle prestazioni e nei servizi e il conseguente caos tariffario: in Emilia Romagna la fecondazione intrauterina è gratuita, in Veneto intorno ai 200 euro, in Toscana il ticket si aggira intono ai 600 euro, in Lombardia ai 3000 euro e nel Lazio il costo sarà comunque superiore ai 1800 euro.