Progetto Iside – fecondazione assistita
Procreazione

È necessario seguire regimi dietetici specifici o stili di vita particolari per aumentare le possibilità di riuscita di una ovodonazione?

29 novembre 2017

Per ottimizzare i tentativi di Riproduzione Assistita è raccomandabile avere una dieta varia e ben equilibrata. Non esistono cibi che miracolosamente aiutano a rimanere incinta né che ne ostacolano la riuscita. Uno stile di vita sano ed equilibrato è sempre da raccomandare nelle donne che cercano una gravidanza

Numerose credenze associano a particolari cibi la possibilità di aumentare le chance di ottenere una gravidanza, nonostante ciò non è stato dimostrato che ci sia un cibo in particolare che possa aiutare. È però sicuramente vero che una dieta corretta ed equilibrata ed uno stile di vita sano aiutino il corpo ad affrontare una gravidanza.

La dieta mediterranea ha da sempre convinto tutti gli studiosi in quanto ricca di antiossidanti e nutrienti necessari per un buono stato di salute; quindi spazio a frutta e verdura che ci forniscono vitamine di cui abbiamo bisogno. È al contempo consigliato per migliorare la propria fertilità l’assunzione di frutta secca che fornisce zinco, omega 3 e vitamina E. è necessario seguire una dieta sana per cui l’invito è di evitare gli eccessi sia nel cibo che nell’alcool, le fritture e il cosiddetto cibo spazzatura che sempre più spesso finisce nei nostri piatti.

Per quanto riguarda lo stile di vita è sconsigliato fumare. Il fumo influisce negativamente sulla fertilità e sulla gravidanza, specie quella da ovodonazione che può essere complicata da problemi di placentazione. È al contempo importante il proprio peso, una condizione di sovrappeso o addirittura di obesità influisce negativamente sulla possibilità di gravidanza e aumenta il rischio di complicanze qualora si riesca ad ottenerla. È consigliato il movimento fisico anche se anche in quello è necessario non eccedere.

È dunque possibile aumentare le chance di riuscita di un trattamento di procreazione assistita prendendosi cura di se stessi, mantenendo uno stile di vita sano, dimagrendo quando è necessario ed evitando una vita sedentaria. Il riposo è raccomandato solo nei giorni immediatamente successivi al transfer embrionario ma comunque è sconsigliato rimanere costantemente ferme a letto…come al solito no agli eccessi!

 

Dott.ssa Laura Badolato