Progetto Iside – fecondazione assistita

Conoscere i giorni per i rapporti non protetti per pianificare la gravidanza

Pianificare una gravidanza:
Avviare una propria famiglia è una delle fasi più entusiasmanti della vita e pianificare una gravidanza rappresenta una delle scelte più importanti e un vero impegno nei confronti del futuro. Ogni anno si stimano 136 milioni di neonati nel mondo e per alcune coppie il passo è rapido e dolce ma per altre invece si tratta di un traguardo anche distante e difficile da raggiungere. L’ansia e lo stress diventano compagni del quotidiano e creano a loro volta ostacoli al raggiungimento dell’obiettivo desiderato. La prima cosa da considerare per pianificare una gravidanza è che non si è da soli e che ci vuole pazienza. È necessaria altresì una solida preparazione e il primo elemento da considerare è che “più una donna è sana e maggiori sono le probabilità di riuscire ad avviare e a portare a termine una gravidanza.” Anche quando tutto è in ordine, una coppia sana ha in media il 25-30% di probabilità di iniziare una gravidanza, ogni mese. Questo nel migliore dei casi. Pertanto, possiamo dire che, sempre per una coppia-modello, ci vogliono non meno di 4 mesi di tentativi finalizzati per avviare la gravidanza. Quindi, se hai pianificato la cosa da 2 mesi e non hai avuto ancora nessun risultato, sii paziente! Paradossalmente, se consideri che quando lanci in aria una monetina hai il 50% di probabilità che questa cada dal lato che si desidera, ecco che puoi renderti conto delle probabilità di rimanere incinta che hai ogni mese. Facendo un calcolo matematico, si può dire che sono necessari in media 8 mesi di tentativi per una gravidanza. Ma è possibile aumentare queste chances, avendo rapporti non protetti e finalizzati in determinati periodi del ciclo. Ammesso che sia effettivamente realistico che ogni donna possa ovulare esattamente 14 giorni prima delle mestruazioni, si può definire come la “finestra fertile” quel periodo di circa 6 giorni in cui, avendo rapporti non protetti, le probabilità di rimanere incinta sono elevate.

sofia_img_9

Anche quando tutto è in ordine, una coppia sana ha in media il 25-30% di probabilità di iniziare una gravidanza, ogni mese. Questo nel migliore dei casi. Pertanto, possiamo dire che, sempre per una coppia-modello, ci vogliono non meno di 4 mesi di tentativi finalizzati per avviare la gravidanza. Quindi, se hai pianificato la cosa da 2 mesi e non hai avuto ancora nessun risultato, sii paziente! Paradossalmente, se consideri che quando lanci in aria una monetina hai il 50% di probabilità che questa cada dal lato che si desidera, ecco che puoi renderti conto delle probabilità di rimanere incinta che hai ogni mese. Facendo un calcolo matematico, si può dire che sono necessari in media 8 mesi di tentativi per una gravidanza. Ma è possibile aumentare queste chances, avendo rapporti non protetti e finalizzati in determinati periodi del ciclo. Ammesso che sia effettivamente realistico che ogni donna possa ovulare esattamente 14 giorni prima delle mestruazioni, si può definire come la “finestra fertile” quel periodo di circa 6 giorni in cui, avendo rapporti non protetti, le probabilità di rimanere incinta sono elevate.

sofia_img_10

[seodiv] Nella sezione “Stare bene e aumentare le probabilità di avviare una gravidanza” ho riportato lo schema per calcolare questa “finestra”. Ma è anche vero che, considerata la difficoltà di stabilire sempre con esattezza la “finestra fertile” e la possibilità di concepire anche al difuori di questa, appare molto più ragionevole considerare la cosiddetta “fase fertile del ciclo” che comprende i circa 16 giorni che intercorrono tra il 6° e il 21° giorno del ciclo. Questa è più realisticamente il periodo in cui concentrare gli sforzi per avviare una gravidanza. A questo direi che può essere vantaggioso associare l’attenta conoscenza di te stessa, ad esempio, tracciando nel tempo la fase ovulatoria. La cellula uovo ha una vita media di 24 ore mentre gli spermatozoi vivono fino a 5 giorni e questo suggerisce di intensificare i rapporti non protetti nel periodo dell’ipotetica ovulazione. Traccia sul calendario l’ipotetico giorno dell’ovulazione. Esistono diversi metodi. Quello più semplice consiste nel calcolare 10 giorni dall’inizio del ciclo mestruale (il primo giorno del flusso è il giorno numero “1”) e quindi iniziare ad avere rapporti non protetti dal 10° al 21° giorno. Logico che questo metodo non considera che l’ovulazione può avvenire in anticipo o più tardivamente. Questo accade soprattutto per le donne con cicli irregolari. Un metodo più moderno consiste nel considerare i primi 6 giorni dall’inizio del flusso mestruale come “infertili” e poi definire una “fase fertile” che va dal 7° giorno al 20° giorno del ciclo. A questa segue un’altra fase infertile che va dal 21° giorno al momento del flusso mestruale. Questo è il metodo suggerito dall’American Pregnancy Association. Quindi, compila il tuo calendario per conoscerti meglio. Ma, a parte questo, si è detto che per raggiungere il risultato desiderato è necessaria una preparazione per essere sani il più possibile e questo significa, avere un peso corporeo regolare, mantenersi fisicamente attivi, non eccedere con gli alcolici, non fumare, non fare uso di stupefacenti, e seguire un’alimentazione varia e salutare.

Articolo realizzato con il contributo scientifico della Dott.ssa Paola Persico – Medico chirurgo specialista in Ostetricia e Ginecologia. [/seodiv]