Progetto Iside – fecondazione assistita
Sei un medico? ACCEDI REGISTRATI

I contraccettivi incidono sulla fertilità? Alcuni ricercatori hanno indagato e hanno pubblicato i risultati del loro studio sul British Medical Journal, una delle più prestigiose riviste scientifiche internazionali.

Le donne che fanno uso di contraccettivi possono dover attendere fino a 8 mesi prima che la propria fertilità torni come prima dell’assunzione di tali farmaci. Alcuni ricercatori americani e danesi hanno misurato i tempi di ritorno alla fertilità dopo l’uso di alcuni metodi contraccettivi. Essi hanno scoperto che il tempo necessario è dipeso dal metodo usato. Il ritorno della fertilità non era legato alla durata del periodo di assunzione. In passato sono già stati fatti studi sulla durata dell’infertilità causata dai contraccettivi orali. I risultati furono che il ritardo era di circa due o tre mesi.

I metodi contraccettivi: i dati nel mondo

Nel mondo, circa il 22% delle donne in età fertile hanno utilizzato la contraccezione ormonale nel 2019. I preservativi e i contraccettivi orali sono i metodi più utilizzati in Nord America e in Europa ma i metodi LARC (long-acting reversible contraceptive), come ad esempio i dispositivi intrauterini, gli impianti, i patch e i contraccettivi iniettabili, stanno diventando sempre più popolari a livello mondiale.

Lo studio

Fonte: Jennifer J Yland et al, Pregravid contraceptive use and fecundability: prospective cohort study, BMJ (2020). DOI: 10.1136/bmj.m3966