Un test per individuare spermatozoi fertili per la fecondazione assistita

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Dall’Università di Padova arriva un nuovo test per aumentare l’efficacia della fecondazione assistita valutando il DNA ed i cromosomi degli spermatozoi in termini fertilità.

Con questa tecnica sarà infatti possibile valutare la presenza di alterazioni nella struttura del DNA dello sperma. Con l’analisi di 100 soggetti infertili candidati alla fecondazione assistita, questo test si è rivelato in grado predire l’esito positivo.

Il professore Carlo Foresta, dell’Università di Padova, insieme ad Andrea Garolla, commenta: questo studio “apre a nuovi scenari sulle metodiche di analisi del DNA degli spermatozoi nei soggetti infertili e fornisce informazioni importanti sulle chances di successo dei trattamenti di procreazione assistita“.

La fertilità nell’uomo, trova quindi un aiuto da questo test, per aumentare l’efficacia della fecondazione assistita.

Articoli correlati
Tecniche di PMA

Come funziona la stimolazione ovarica

Tecniche di PMA

Preservare la fertilità: le tecniche di crioconservazione...

Tecniche di PMA

Preservare la fertilità: le tecniche di crioconservazione...

Ricerca all’interno del sito