La FIVET come non l’avete mai vista: mostra fotografica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

La FIVET come non l’avete mai vista: mostra fotografica

Le ultime stime ISTAT segnano in crescita le coppie che affrontano problematiche di infertilità: in Italia sono ogni anno tra le 60.000 e le 80.000 (il 20-25% delle 300.000 nuove unioni).

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) attesta il fenomeno in circa il 15-20% di coppie nei paesi industriali avanzati: tra questi, aumentano le persone che scelgono di ricorrere a tecniche di procreazione medicalmente assistita.

La biologa cagliaritana, Nicoletta Maxia, responsabile del centro di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) della clinica San Carlo a Paderno Dugnano (Milano) ha pensato di cogliere da un punto di vista diverso, la tecnica della fecondazione in vitro.

Procrearte è il nome della “personale”  allestita per la prima volta in Sardegna.

Trenta immagini catturate grazie al microscopio e rielaborate utilizzando sofisticate tecniche per amplificarne gli effetti cromatici.

Un modo nuovo per raccontare le fasi di una vita che si forma grazie al procedimento in laboratorio di Fivet, Icsi e Imsi.

I soggetti che troviamo in primo piano sono scatti che segnano il passaggio dalla fecondazione dei gameti al preimpianto dell’embrione: si parte così dagli spermatozoi utilizzati per l’iniezione intracitoplasmatica nell’ovulo, per arrivare all’endometrio e allo stadio di impianto dell’embrione nell’utero materno.

Un modo colorato e fantasioso per raccontare l’esperienza della fecondazione in vitro, che si contrappone ai rapporti troppo spesso freddi e schematici, raccolti nelle schede dei pazienti.

Dalla Sardegna le opere della biologa-artista dedicate alla Fivet arriveranno presto in Lombardia.

 

 

 

 

Articoli correlati
Tecniche di PMA

La Procreazione Medicalmente Assistita Eterologa

Tecniche di PMA

Il cammino della PMA, passo dopo passo

Tecniche di PMA

Preservare la fertilità: oncofertility e social freezing

Ricerca all’interno del sito