Progetto Iside – fecondazione assistita
Sei un medico? ACCEDI REGISTRATI

È necessaria una riforma della Legge 40 del 2004 sulla Procreazione medicalmente assistita (PMA) per la “promozione di una più efficace protezione dei diritti della persona”: è la richiesta al Governo della Dottoressa Daniela Galliano, ginecologa ed esperta in Medicina della Riproduzione e Direttrice Sanitaria IVI Roma.

Quella manifestata dall’esperta, tramite una lettera aperta ai parlamentari italiani, è una necessità oramai sottolineata da più parti, che sottolinea l’esigenza di maggiore dialettica istituzionale e dibattito pubblico su questi temi di estrema complessità. Un dialogo che prescinde il credo politico, ma che dà la parola a ogni voce, per individuare un terreno di incontro e confluenza delle sensibilità nel settore dei temi etici, dei diritti civili e di quelle libertà individuali che non rimangono confinate nella sfera delle vite private, ma hanno ricadute significative sull’intreccio delle relazioni collettive. A questo scopo, propedeutica a tale riforma, prosegue la dottoressa, sarebbe necessaria un’indagine conoscitiva da parte della Commissione Sanità alla Camera e al Senato.

La Legge n. 40 del 19 febbraio 2004, ovvero il sistema normativo sulla Procreazione Medicalmente Assistita, è stata investita, nel corso del tempo, da ripetute e successive deliberazioni della Corte Costituzionale.

L’attuale struttura normativa – spiega la dottoressa – è caratterizzata da evidenti falle logiche, prima ancora che giuridiche, generate dal fatto che alle pronunce della Corte Costituzionale non sono seguite le opportune operazioni di armonizzazione e riorganizzazione delle disposizioni di legge da parte della politica. Il risultato è un impianto frastagliato, disomogeneo, e in ogni caso attualmente inadeguato ad accogliere e a organizzare le esigenze dei cittadini e delle famiglie”.

La speranza, conclude la specialista, è che l’opera di revisione della Legge 40/2004, rappresenti il primo passo per una serie di interventi su tutte quelle impalcature normative presenti nella nostra legislazione che non risultano adeguate a rispondere alle esigenze e alle aspettative di un tessuto sociale e civile in continua e rapida evoluzione.

Articoli Correlati