Progetto Iside – fecondazione assistita
Sei un medico? ACCEDI REGISTRATI

La gravidanza, specie nelle fasi iniziali, può presentare strani sintomi. Infatti, può esserci una sovrapposizione tra disturbi premestruali, effetti collaterali dei contraccettivi orali e segni precoci di una gravidanza. Non sempre è facile riconoscerli, soprattutto se si verificano nelle prime settimane di gestazione. L’unico modo per avere la certezza di essere incinta rimane comunque il test di gravidanza.

Quali sono i sintomi

Nausea, vomito, tensione al seno e ritardo del ciclo mestruale sono i sintomi precoci della gravidanza più noti e più comuni. Ce ne sono altri, meno conosciuti ma altrettanto significativi.

Epistassi – La perdita di sangue dal naso è dovuta ai cambiamenti ormonali. Raramente si verifica in forma grave e solitamente può essere gestita senza ricorrere al medico.

Rinite – In alcune donne, la gravidanza può portare anche congestione nasale e rinite. Un umidificatore o lavaggi nasali quotidiani con soluzione salina possono alleviare il disturbo.

Emicrania – Il livello degli estrogeni aumenta in gravidanza e questo può causare emicrania. Stress e affaticamento possono provocare cefalee muscolo-tensive. In entrambi i casi, anche a seconda della frequenza e dell’intensità dei sintomi, può essere utile parlarne con il medico.

Vertigini – Le cause delle vertigini in gravidanza possono essere molte. L’utero, sin dall’inizio della gravidanza, ha bisogno di sangue per svolgere il proprio compito. Per questo, la pressione sanguigna può variare e provocare vertigini. Anche lo stress e un basso livello di zuccheri nel sangue possono esserne causa. In quest’ultimo caso, fare regolarmente uno spuntino tra i pasti principali può aiutare.

Cattivo sapore in bocca – I cambiamenti ormonali dovuti alla gravidanza, in alcune donne provocano un sapore metallico in bocca. Può essere piuttosto fastidioso, ma non è preoccupante.

Acne – Molte donne che hanno l’acne quando rimangono incinte notano un peggioramento. Alcuni suggerimenti utili arrivano dall’American College of Obstetricians and Gynecologists:

  • Lavare il viso due volte al giorno con un detergente delicato e acqua tiepida
  • Non toccare i punti dell’acne non favorire infezioni
  • Preferire prodotti cosmetici oil-free e verificare che siano adatti all’uso in gravidanza
Alcuni sintomi sono  più comuni

Sbalzi d’umore repentini – Gli sbalzi d’umore sono piuttosto comuni e sono dovuti ai cambiamenti ormonali che avvengono nelle prime settimane di gravidanza. Le emozioni sono amplificate, solitamente in modo non preoccupante. Se gli sbalzi d’umore diventano troppo frequenti, però, è preferibile consultare un medico.

Olfatto più sensibile – Questo sintomo può contribuire ad aumentare il senso di nausea. Spesso si presenta come un’intolleranza a certi odori. Altre volte, invece, la donna diventa solo più sensibile agli odori in generale.

Fiato corto – L’aumento di progesterone che. si verifica nelle prime settimane di gravidanza può portare a un aumento del ritmo della respirazione. Di conseguenza, può sembrare di avere il fiato corto e di non riuscire a respirare correttamente.

Stanchezza – La stanchezza è un sintomo comune in gravidanza, soprattutto all’inizio della gestazione.  Anch’essa è dovuta ai cambiamenti ormonali.

Avversione per alcuni cibi – All’inizio della gravidanza, molte donne cambiano il loro atteggiamento verso il cibo. Alcuni degli alimenti preferiti possono diventare intollerabili e, al contrario, alcuni cibi mai amati diventano prelibatezze. Nella maggior parte dei casi, dopo il parto le abitudini alimentari rientrano nella normalità.

Quando rivolgersi al medico

I sintomi riportati sopra, anche i più comuni, non sono sufficienti per confermare che è in corso una gravidanza. Solo i test clinici possono dare a una donna la certezza di essere incinta. Nonostante alcuni siano semplici fastidi, se si verificano con una frequenza o con un’intensità tali da dare preoccupazione, è meglio parlarne al medico. Lo disturberemo una volta in più, magari inutilmente, ma potremo vivere la gravidanza in modo più sereno.

 

Fonte

Articoli Correlati